Romania
Image default
Città

Targoviste

Târgoviște è la città capoluogo del distretto amministrativo di Dâmbovița. È situata sulla riva destra del fiume Ialomita.

Al censimento del 2011 aveva una popolazione di 79mila abitanti, ciò che ne faceva la 26esima città della Romania per numero di residenti.

È una delle città più importanti nella storia della regione della Valacchia, di cui fu capitale tra quindicesimo e sedicesimo secolo.

Il nome “Târgoviște” è di origine slava e risale al medio evo. Deriva da un’antica parola bulgara che serviva a designare il posto in cui si teneva il mercato, con riferimento più al luogo che al mercato medesimo, il che potrebbe suggerire che per un certo tempo almeno il mercato potrebbe essere stato interrotto.

Cosa vedere a Targoviste ( Târgoviște )

Targoviste, Romania
Il Museo alla memoria

E’ situato in Bulevardul Carol I 49 (vicino alla stazione ferroviaria). Il telefono è: +40 245 613 946. Allestito in una ex scuola di cavalleria dell’esercito, ha un posto importante nella storia della Romania del secondo dopoguerra, perché è il luogo dove si celebrò il sommario “processo” ai coniugi Ceausescu, durato all’incirca un’ora e seguito dalla loro immediata esecuzione. Sul muretto del cortile si possono ancora vedere i fori dei proiettili.

La cattedrale

La chiesa più importante della città occupa una posizione centrale nella altrettanto centrale piazza Parcul Mitropoliei. È costruita in stile bizantino con mattoni rossi e risale ai primi del ventesimo secolo.

Il complesso monumentale della cosiddetta “Corte del Principe

In rumeno è Ansamblul Monumental “Curtea Domnească”. L’indirizzo e: Calea Domnească 181. Il telefono: +40 245 613 946.

L’orario estivo: martedì-domenica dalle 9 alle 18,30. Quello invernale: martedì-domenica dalle 9 alle 17,00. Si tratta fondamentalmente delle rovine del palazzo dei principi. Le attrazioni principali all’interno del sito sono elencate di seguito:

La Cappella palatina (in rumeno Biserica Domnească): risale al Cinquecento, ma fu restaurata un secolo più tardi dal voivoda Constantin Brâncoveanu;

la Chiesa del Santo Venerdì (Biserica Sfanta Vineri): è una chiesa il cui impianto originario risale al quattordicesimo secolo: fu completamente restaurata nella seconda metà del diciannovesimo;

la Torre del tramonto (Turnul Chindiei): è un po’ il simbolo della città. Una scala a chiocciola in legno permette di arrivare in cima.

Il museo romeno della stampa e dei libro antico

In rumeno: Muzeul tiparului si al cartii românesti vechi. È allestito al pianoterra del (ricostruito) refettorio dell’antico monastero di Delau. Vi sono esposti manoscritti e preziosissimi libri del sedicesimo secolo stampati secondo il nuovissimo metodo, allora, dei caratteri mobili. Sì, proprio quello inventato in Germania da Johannes Gutenberg nel secolo precedente.

Il Monastero Stelea

In rumeno è Mănăstirea Stelea. L’indirizzo è Strada Stelea 6. Fu edificato nella seconda metà del XVI secolo grazie al mecenatismo di un commerciante di nome Stelea. La chiesa “Resurrezione del Signore” vi fu costruita tra il 1644 e il 1645 sul sito di un’altra più antica, come si ricava da un’iscrizione che si può ancora leggere sul portale. Lo stile architettonico è tipicamente moldavo, molto simile alla Chiesa dei tre gerarchi di Iași.

Il monastero Dealu

In rumeno Mănăstirea Dealu, è situato a otto chilometri a nord del centro città. Fu edificato alla fine del Quattrocento in cima a una collina. La chiesa del monastero, dedicata a San Nicola, presenta evidenti influenze rinascimentali ed è reputata uno dei migliori esempi dell’architettura della Valacchia.

La chiesa Târgu

La si può trovare vicino ai ristoranti all’indirizzo di Strada Alexandru Ioan Cuza. Data al 1654 e conserva ancora in parte degli affreschi, malgrado il terremoto che la distrusse nel 1940. È stata oggetto di ampi restauri a partire dal 1941.

Merita una visita soprattutto di notte, allorché offre una vista particolarmente suggestiva.

Il ristorante San Marco

Probabilmente il miglior ristorante che si possa incontrare dentro alla piccola area pedonale della città. Piatti di richiamo sono la pasta, il risotto, la pizza e le insalate. Dignitosa la carta dei vini. Ci si può mangiare all’aperto.

Il bistrot Alexo

Locale dotato di terrazza con giardino. Ci si possono prendere pizza e caffè, prima o dopo una visita alla vicina corte dei principi. Enormi le insalate. Di ottima qualità anche l’espresso.

Lo zoo

Piccolo, ma sorprendentemente completo. È situato a nord della corte dei principi. Ospita grandi felini, un ippopotamo, molti scimpanzé e parecchi altri animali. Lo zoo appare un po’ male in arnese, ma gli esemplari sembrano trattati piuttosto bene.

I vostri bambini ameranno il fatto che ci si può avvicinare moltissimo agli animali.

Come arrivare a Târgoviște

In treno: c’è un “Accelerat” da Bucarest che impiega più o meno un’ora e mezza; poi ci sono tre altri treni che raggiungono la città in circa due ore. Gli orari dei treni si possono consultare su infofer.ro

In autobus: ci sono bus molto frequenti (nelle ore di punta ogni 15 minuti). Di solito partono dalla Stazione Nord di Bucarest. Gli orari degli autobus sono disponibili su autogari.ro

Leggi anche:

Piatra Neamt

rmn2018it

Bacau

rmn2018it

Targu Mures

rmn2018it

Oradea

rmn2018it

Baia Mare

rmn2018it

Brasov

rmn2018it