Romania
Image default
Città

Tulcea

Tulcea è una città situata nella regione della Dobrugia. È il capoluogo amministrativo del distretto omonimo e nel 2011 contava una popolazione di 73mila abitanti.

La città ha origini assai lontane, dato che venne fondata addirittura nel settimo secolo avanti Cristo col nome di Egisso. La città è menzionata da Diodoro Siculo, un autore greco del terzo secolo avanti Cristo (età ellenistica). Essa viene citata anche dal poeta romano Ovidio, che da quelle parti venne esiliato e che attribuisce il suo nome a quello di un mitico fondatore Egisso, proveniente dal mar Caspio.

Dopo la conquista da parte dei romani, la città fu ricostruita secondo le loro concezioni urbanistiche e architettoniche. La città fortificata è menzionata in documenti del decimo secolo, quali la Notitia Episcopatuum e il De Thematibus.

Cosa vedere a Tulcea

Tulcea, Romania
Il museo storico-archeologico

Il museo ospita collezioni senz’altro degne di una visita. È organizzato su due livelli, con quello superiore dedicato ad una esaustiva e ampia raccolta di manufatti romani e quello inferiore riservato invece a reperti di epoca pre-romana, alcuni dei quali datano addirittura fino a seimila anni fa.

Il museo sorge sul sito dell’antica fortezza di Egisso, circa un chilometro a oriente rispetto al centro città.

Il museo di belle arti

Racchiude più di settecento icone su legno e su vetro e una grande collezione di dipinti e sculture di artisti romeni, incluse alcune opere surrealiste e d’avanguardia.

Il museo artistico-etnografico

Ospita una raccolta di modesta levatura, ma comunque interessante. Offre un’idea della diversità culturale che si può trovare nella regione del delta del Danubio e delle complesse interazioni che nei secoli sono esistite tra rumeni, russi, turchi, ucraini e bulgari.

Il museo eco-turistico del delta del Danubio

È una combinazione assai interessante di museo e acquario e costituisce una preziosa introduzione alla variegata flora e fauna della regione del delta. Ospita animali impagliati al primo piano e un acquario piccolo ma davvero suggestivo al pianterreno. Per chi non conosce il rumeno, ci sono abbondanti indicazioni in inglese. È particolarmente indicato se viaggiate coi bimbi al seguito: ne saranno entusiasti

La moschea Azizie

Questo luogo di culto islamico è la testimonianza delle antiche radici mussulmane della città. Le sue dimensioni e la sua importanza come luogo di preghiera riflettono l’influenza esercitata dalla comunità maomettana sulla città, considerato che la regione fu sotto il governo ottomano fino alla fine dell’Ottocento.

Il ristorante di pesce Ivan Pescar

Ottimo ristorante sul porto fluviale. Offre eccellenti zuppe di pesce, ma anche pesce alla griglia e stufati vari. Si specializza nell’accostare il pesce con spezie e polenta. La lista dei vini è ottima e ci si può gustare anche una eccellente limonata fatta in casa. Un negozietto sul retro vende miele, vino e oggetti-ricordo.

Il Cheers Pub

Questo è senz’altro il pub più vivace di Tulcea e attira una clientela eterogenea, fatta di un singolare mix di pescatori del posto e turisti che sbarcano dai vaporetti. Serve soprattutto birra e caffè, ma se vi viene fame e vi accontentate di stare leggeri, di sera offre anche popcorn.

Il ristorante Select

Sta a due isolati dal porto e non ha un gran traffico di clienti, ma questo hotel con ristorante è uno dei posti migliori in città. Menù multilingue e variato: la fanno da padroni pesce, pizza e la specialità locale, la tochitura dobrogeana (carne fritta in padella con salsa speziata).

Il ristorante Central

Ristorante con terrazza senza troppe pretese, ma genuino. Sta solo a un paio di isolati dal porto e attira soprattutto la gente del posto. Offre soprattutto birra, piatti a base di maiale e pesce fresco.

Il bar Istru

È un bar che sta nella zona del porto fluviale. Di giorno serve grandi drink a base di caffè, mentre di sera offre Guinness e birra di frumento Skol. Ci vanno soprattutto i locali.

Il Trident

Un posto turistico, ottimo per gustare pasta e pizza dalla crosta sottile.

Come arrivare a Tulcea

In macchina, e partendo da Bologna, ci si possono mettere venti ore abbondanti, passando per Slovenia e Ungheria e facendo una doverosa tappa a Budapest: si tratta di un viaggio di duemila e 100 chilometri, più o meno.

In aeroplano, partendo da Roma-Fiumicino, si possono prendere i seguenti voli per Bucarest: Blue Air, volo diretto, due ore e 15 minuti, 73 euro; Air Serbia, volo con scalo, 17 ore e 20, 187 euro; Lufthansa, volo con scalo, 4 ore e 10, 198 euro; Alitalia, volo diretto, due ore e 15, 229 euro.

Una volta arrivati a Bucarest, se vi va di imbarcarvi in un viaggio in macchina potete noleggiare un’auto e prendere l’Autostrada Soarelui, che è, l’avrete capito, il corrispettivo rumeno della nostra Autostrada del Sole. Poi prenderete la A2, la E81 e la DN22A. Sono 280 chilometri per circa tre ore e mezza di viaggio.

Leggi anche:

Sibiu

rmn2018it

Baia Mare

rmn2018it

Bran

rmn2018it

Brasov

rmn2018it

Arad

rmn2018it

Piatra Neamt

rmn2018it